Home / Dive  / Audrey Hepburn

Audrey Hepburn

Audrey Hepburn: Bellezza Inedita

Audrey Hepburn, la diva che si impose nel mondo del cinema e della moda con una sintesi di formalità e disinvoltura, ingenuità e raffinatezza.

L’attrice fu una musa per i grandi sarti e per il pubblico.

Il suo stile, nato durante la sua carriera cinematografica, è così profondo che viene ricordato da generazioni di ammiratori e stilisti.

Si impose all’attenzione del pubblico per il fisico snello da modella e un modo di muoversi aggraziato.

Un’eleganza innata quindi, un volto insolito nel cinema americano, con occhi da cerbiatto e un sorriso irresistibile.

I Primi Anni

Audrey Hepburn nasce come Edda Kathleen van Heemstra Hepburn il 4 maggio 1929 a Bruxelles, dove trascorre l’infanzia in un ambiente agiato e protetto, ricevendo un’ottima educazione e cultura, così da possedere una grande raffinatezza già da adolescente.

Le cose peggiorano però con la fuga del padre, il divorzio dei genitori e l’arrivo della guerra, periodo un cui Audrey patirà la fame e che segnerà per sempre il suo rapporto col cibo.

Deve così lavorare per continuare gli studi di danza classica, però a causa della sua altezza, capisce che non sarebbe arrivata lontano, così ripiega nel teatro e nel cinema.

Il Successo

Giovanissima, nel 1953 conquista l’Oscar con il suo primo film Vacanze Romane, grazie alla sua capacità di stare di fronte all’obiettivo senza essere mai impacciata o forzata.

Così con la sua semplicità ed eleganza nasce un’icona, la sua immagine affascina le donne che copiano il suo look, il taglio di capelli e il make-up.

Audrey Hepburn negli anni ‘50 diventa la rappresentante di una nuova bellezza, alle bellezze procaci viene opposta una bellezza inedita di grande classe e intelligenza.

Con il successo di Colazione da Tiffany, Audrey è al massimo della visibilità.

Il Look Iconico di Colazione da Tiffany

E’ Wally Westmore a curare il make-up di Audrey in Colazione da Tiffany, sceglie per lei una pelle naturale e fresca con un fard rosato.Il make up degli occhi che cambia di intensità a seconda della scena, sempre fondamentali però le ciglia finte.

Le sopracciglia di Audrey diventano più morbide e leggere e per completare il look.

Wally le applica un rossetto opaco o satinato.

Iconica l’acconciatura ideata da Grazia de Rossi, uno chignon dalle cotonature curate e definite.

I Make-up Artist

E’ Alberto De Rossi, truccatore italiano, a studiare il caratteristico make-up di Audrey Hepburn: gli occhi da gazzella e le sopracciglia ad ala di gabbiano.

Sarà lo stesso Alberto a cambiare il disegno delle sopracciglia di Audrey nel film Due per la strada.

Per questo film le modificai le sopracciglia. Naturalmente non si nota. Adesso le sopracciglia di Audrey sono spesse la metà rispetto al suo primo film.

Alberto De Rossi

Anche Wally Westmore cura il look di Audrey in vari film, come Sabrina e Cenerentola a Parigi.

Grazia De Rossi, moglie di Alberto e talvolta Patrizia Thomas, si occupano delle acconciature di Audrey fin dai tempi di Vacanze Romane.

Il Rapporto con Givenchy

Era capace di esaltare tutte le mie creazioni. Spesso le idee mi venivano pensando a lei… è stato così fin dall’inizio.

Hubert de Givenchy

Quando Givenchy viene chiamato per disegnare gli abiti di Sabrina, inizialmente pensa che si tratti di Katherine Hepburn e scoprendo che si tratta di un’attrice a lui sconosciuta si rifiuta di vestirla, così Audrey lo invita a cena e da quella sera non si separarono più.

L’apoteosi della loro collaborazione è sicuramente il film Cenerentola a Parigi, in cui gli abiti si contraddistinguono per la loro ricercatezza e raffinatezza.

Lo stile di Insieme a Parigi e Sciarada è in uno Givenchy tradizionale, gli abiti sono eccellenti, ma meno innovativi, con uno stile più personale, adatto a Audrey.

Col tempo però a Audrey viene chiesto di evitare gli abiti di Givenchy, indossando abiti già pronti e modificando la propria pettinatura.

002

Fotografia e make up, sono gli elementi cardine del percorso trasversale e dinamico che, sin da giovane, ha segnato l’animo di Antonio Ciaramella. Se le sue origini partenopee gli hanno conferito l’arte del parlare romantico, la sua determinazione l’ha portato ad inseguire costantemente la bellezza.

NO COMMENTS

POST A COMMENT