Home / Dive  / Hedy Lamarr – La Bella Inventrice

Hedy Lamarr – La Bella Inventrice

Hedy Lamarr, attrice e inventrice dall'infinita bellezza, che spesso intralciò la sua carriera nel mondo del cinema, infatti spesso venne sfruttata come un oggetto, rilegata a ruoli statici e superficiali e mai veramente apprezzata per la sua intelligenza.

Gli Esordi

Hedy Lamarr in Ecstasy

Hedwig Eva Maria Kiesler nasce il 9 novembre 1914 a Vienna.

Dopo la scuola di teatro, ha una breve carriera teatrale e cinematografica in Cecoslovacchia che include, nel 1933, il controverso film Ecstasy.

Hedy Lamarr in Ecstasy

Con questa pellicola viene notata dai critici, così rinuncia alla sua laurea in ingegneria, fugge dal marito e nel 1937 si trasferisce a Parigi, dove il produttore dell'MGM offre un contratto cinematografico.

Hollywood

Hedy Lamarr

Quando si trasferisce a Hollywood, nel 1938, cambia il suo nome in Hedy Lamarr, omaggio all'attrice del cinema muto Barbara La Marr.

Inizia la sua carriera americana recitando in Algeri, film in cui viene ideato e il suo personaggio, caratterizzato da una recitazione statica e basato esclusivamente sulla sua bellezza.

Diventa così un'icona di stile: lunghi capelli scuri, che incorniciano il suo viso dalla simmetria perfetta e dalla carnagione eterea.

Dopo vari ruoli simili tra di loro, per il suo fascino esotico, nel 1939 interpreta ne La signora dei Tropici il ruolo di una bellezza meticcia a Saigon.

Gli Anni '40

Con l'inizio della guerra, Hedy Lamarr deve apparire il più americana possibile, così la produzione la incoraggia a sottolineare le abitudini imparate negli Stati Uniti: indossare meno gioielli, mangiare gelati e fare lunghe telefonate.
All'inizio degli anni Quaranta Hedy Lamarr gira uno dei suoi migliori film La febbre del petrolio, con Clark Gable; qui dà prova delle sue capacità da attrice, catturando l'attenzione degli spettatori.

Nel 1941 Hedy è la coprotagonista di Lana Turner e Judy Garland del musical Ziegfeld Girl, film noto per lo sfarzo dei costumi e della scenografia.

Per un periodo Hedy Lamarr riesce a integrarsi nella trama dei suoi film, come nel ruolo di Marvin Myles, sopravvissuta alla guerra, aspira all'indipendenza dagli uomini.

Questo cambiamento non dura a lungo poiché lo star system ricominciò a propagandare le responsabilità domestiche femminili.

Durante la guerra, recita in vari film, tra cui il fallimentare White Cargo nel 1942, in cui le viene applicato un improbabile trucco da nera.

Dopo una serie di film disastrosi, nel 1949 recita in uno dei suoi film di più successo: Sansone e Dalila che sbancò i botteghini.

Le invenzioni

Per sconfiggere il regime nazista brevetta, nel 1942, un sistema di comunicazione segreto adottato dagli Stati Uniti, che permetteva di guidare i missili verso i bersagli nemici.
Hedy Lamarr crea molte altre cose, come una compressa per produrre una bibita gasata e un nuovo semaforo.

Il Declino

Hedy Lamarr

Nel 1957, appare nella pellicola, The Female Animaler, uno dei ruoli classici assegnati alle attrici che invecchiano; così da questo momento Hedy Lamarr comparirà soltanto in televisione.

Con il passare degli anni, sviluppa un'ossessione per l’impossibilità di conservare la sua bellezza, così si sottopone a vari interventi di chirurgia plastica. Anche per questa ragione si isolò, trascorrendo il tempo sola in casa.

Muore il 19 gennaio del 2000 a causa di alcuni problemi cardiaci a Casselbury in Florida.

In collaborazione con M.Cappai

<p>Fotografia e make up, sono gli elementi cardine del percorso trasversale e dinamico che, sin da giovane, ha segnato l’animo di Antonio Ciaramella. Se le sue origini partenopee gli hanno conferito l’arte del parlare romantico, la sua determinazione l’ha portato ad inseguire costantemente la bellezza.</p>

NO COMMENTS

POST A COMMENT