Home / Trucco cinematografico  / I make up del Il Mago di Oz – La vera Magia

I make up del Il Mago di Oz – La vera Magia

Un classico della cinematografia mondiale, ispirato al romanzo omonimo di L. Frank Baum e diretto da Victor Fleming nel 39, lo stesso anno in cui usci anche Via col Vento, stabilendo un record, due capolavori nello stesso anno ed entrambi Metro Goldwyn Mayer!!

mago-di-oz1

Il successo planetario ha ricevuto molti riconoscimenti ed ha come protagonista un’incantevole ed indimenticabile Judy Garland interprete non solo del film ma della colonna sonora stra-reinterpretata negli anni “Over the Rainbow”. Make up designer Jack Dawn che sperimenta le sue maschere in vinilite. Grande designer dei costumi Adrian.

Inizialmente i ruoli dello spaventapasseri e dell’uomo di latta erano stati assegnati rispettivamente a Buddy Ebsen e Ray Bolger, tuttavia gli attori decisero di scambiarseli. Purtroppo dopo dieci giorni di riprese, si scoprì l’allergia di Buddy Ebsen per la polvere di alluminio che serviva per la colorazione argentata utilizzata per il costume e finì in ospedale con un polmone collassato ed ebbe problemi respiratori per tutta la vita. Ebsen su rimborsato e sostituito dalla MGM con Jack Haley.

1 buddy ebson test

2 tumblr_n08smuqLJs1si3tnno1_500

4 Wizard of Oz (10)

3 Ray Bolger

Bert Lahr (Il leone codardo) era costretto per tutto il tempo delle riprese a mangiare brodo e frullati per non rovinare il trucco del suo personaggio. Inoltre il suo costume pesava circa 40 kg ed era fatto con vera pelle di leone quindi, complici le luci del set, a fine giornata, due collaboratori di Dawn avevano solo il compito di asciugare il costume di Lahr dal suo sudore per la giornata di riprese successiva.

5

6

Il trucco “baby- doll” che inizialmente era stato pensato per Judy Garland, fu eliminato dal regista temporaneo George Cukor, infatti egli sostenette che la Garland, non doveva fare altro che essere se stessa per interpretare al meglio Dorothy.

7

8

10

9

Nei test di trucco e acconciatura la vediamo con diverse lunghezze di capelli e colore oltre ad acconciature differenti. Prima di Judy Garland fu scelta Shirley Temple, ma aveva il contratto bloccato con la 20th Century Fox.

11

Gale Sondergaard era stata scelta per fare il ruolo della strega malvagia, inizialmente la produzione aveva previsto un look estremamente glamour come per il film della Disney dove Grimilde è la più bella del reame.

14

12

15

Successivamente la produzione optò per il classico stereotipo della strega gobba, nodosa e con la gobba sul naso, per questo venne scelta la Hamilton, dopo che Gale rifiutò ore di Make up per essere trasfigurata. Margaret Hamilton ha subito ustioni di secondo grado durante le riprese di una scena, che è poi stata tagliata, a causa della polvere di rame utilizzata per rendere la sua pelle verde. Solo dopo sei settimane passate in ospedale è riuscita a rientrare sul set per riprendere le riprese.

13

C’è una scena in cui tutti i protagonisti sono a Esmeralda e girano per la città su di una carrozza trainata da un cavallo che cambia continuamente colore. Ebbene erano diversi cavalli truccati con gelatine alimentari. La scena è stata ripresa anche in fretta prima che i cavalli  cominciassero a leccarsi mangiando il colorante! Di seguito alcune foto curiose e interessanti.

mago-di-oz2

16

tumblr_n0e0hnQuyw1t166xjo1_500

tumblr_nf9gd7uqwb1rujq2eo2_540

tumblr_nf9gd7uqwb1rujq2eo7_1280

2e28bceea088ae55a99759096afd3cfd

 

 

 

 

Fotografia e make up, sono gli elementi cardine del percorso trasversale e dinamico che, sin da giovane, ha segnato l’animo di Antonio Ciaramella. Se le sue origini partenopee gli hanno conferito l’arte del parlare romantico, la sua determinazione l’ha portato ad inseguire costantemente la bellezza.

1 COMMENT