Home / Anallergico

Anallergico

Anallergico che non provoca allergia

Nel 1906 Von Pirquet, un pediatra di Vienna, studiando l’organismo umano, propose all’Accademia di medicina viennese il termine allergia. Da lì proseguirono tutte le osservazioni scientifiche e cliniche su questo tipo di problematica e grazie a studi molto approfonditi, si è stati in grado di trovare una soluzione. Entra in gioco l’anallergico, una sostanza che, secondo alcuni non determina allergia, quindi, dedicata a tutte quelle persone che hanno una pelle molto sensibile e facilmente irritabile.

Innanzitutto c’è da precisare però che il termine anallergico, ovvero, quella sostanza che non scaturisce nessuna allergia, è stata rivalutata molte volte, arrivando alla conclusione di inserire un nuovo termine che ne facesse da tramite. Non vi è mai stata la certezza che un determinato prodotto sia anallergico per tutti, quindi si utilizzerà successivamente il termine ipoallergenico, che riduce al minimo i rischi di allergia senza garantire la sua efficacia.

La proposta del termine ipoallergenico fu rilasciata per la prima volta intorno alla metà del 1900

Innumerevoli furono i commenti sulla proposta da parte dei consumatori, dai produttori cosmetici, alcuni ritenevano che l’ipoallergenico non sarebbe servito, per il semplice fatto che la maggior parte dei consumatori non soffriva di allergie, mentre altri, ritenevano invece, che i soggetti allergici non potevano utilizzare prodotti di questo tipo, dato che non garantivano la sicurezza del prodotto e la sua reale funzionalità. Questa scoperta non sarà mai del tutto approvata, poiché per molti anni, le aziende sostenevano che i loro prodotti erano ipoallergenici e sicuri per le pelli sensibili ed erano per di più “allergy tested”.

Queste dichiarazioni però a livello attuale sono poco credibili, poiché non vi è stata alcuna certezza che il consumatore non riscontrasse nessuna allergia attraverso la consumazione di prodotti di questo tipo. Importante progressi anche nel mondo del make up, ad oggi vi sono una vasta scelta di prodotti con la dicitura ipoallergenico, in genere, questi cosmetici non contengono alcol, profumo, coloranti, conservanti e nichel.

I cosmetici ipoallergenici, quindi, hanno la funzione di ridurre al minimo il rischio di reazioni allergiche rispetto ad altri prodotti cosmetici che sono nel mercano, ma che comunque non garantiscono la loro funzionalità a tutti i tipi di persone.

In conclusione, i consigli per evitare qualsiasi tipo di reazione allergica di un prodotto cosmetico sono:

  • Leggere attentamente l’elenco degli ingredienti
  • Avere le competenze adatte per valutare gli ingredienti da evitare e quelli che sono adatti al nostro tipo di pelle

Facendo in questo modo si risolverà del tutto la problematica che si era riscontrata in passato, ed avremo sicuramente un rapporto migliore con la nostra pelle.


In collaborazione con C. Sambataro

Fotografia e make up, sono gli elementi cardine del percorso trasversale e dinamico che, sin da giovane, ha segnato l’animo di Antonio Ciaramella. Se le sue origini partenopee gli hanno conferito l’arte del parlare romantico, la sua determinazione l’ha portato ad inseguire costantemente la bellezza.