Home / Pax Paint

Pax Paint

Pax Paint, Vernice da Oscar

Pax paint è stato originariamente sviluppato dal premio Oscar per il make up di effetti speciali, Dick Smith, che aveva bisogno di un trucco estremamente opaco con una forte capacità di resistenza.

La formulazione originale era una miscela 50/50 di Pros-Aide adesive e vernice acrilica, gli ingredienti  infatti sono alla base del nome, Pro Aide + Liquitex.

Il risultato è una vernice viscosa che se opportunamente diluita si può utilizzare con l’aerografo.

L'intera linea di acrilici di base sono state classificate dal governo americano come non tossiche.

È un materiale che migliora notevolmente la flessibilità della vernice acrilica. Inoltre, a differenza di trucchi a base di olio, non si deteriora nel lattice.

L'adesività del rivestimento creato da PAX aiuta nel creare strati successivi di altri prodotti, impedendo loro di sfaldarsi.

L'Evoluzione

Con il tempo, la popolarità di PAX è cresciuta, facendo si che prodotti per produrla fossero sempre più specifici.

Infatti ADM Tronics, il produttore di Pros-Aide, ha sviluppato una nuova formulazione specializzata del loro adesivo acrilico fatto su misura ai fini di essere mescolato per ottenere la vernice PAX.

Questo prodotto è stato commercializzato per mantenere la stessa forte capacità di resistenza del PAX originale, riducendo notevolmente la viscosità residua caratteristica dei primi risultati.

Il Pax fatto in casa e conservato alle giuste temperature può durare molto tempo,

Il PAX Pre-miscelato

Il PAX pre-miscelato è in genere venduto in una linea di colori comuni in America, la vera e propria industria del make up di effetti speciali.

Le vernici PAX possono essere acquistate già pronte da vari fornitori di Special FX, ma è più comunemente miscelato dal make up artist, se necessario.

Come Ricreare Il Pax

  1. In una ciotola, tazza, o tavolozza, mescolare una quantità di (Liquitex) vernice acrilica fino ad ottenere il colore e la quantità desiderata.
  2. Miscelare una porzione uguale in volume di prosaide adhesive (dipende dal risultato quindi qb.).
  3. Se necessario aggiungere un filo sottile di acqua distillata (questo di solito solo quando la vernice PAX viene spruzzata con l’aerografo).
  4. Usare immediatamente o conservare in un contenitore ermetico ad una temperatura ambiente di 25 C°. Il contenitore può essere pulito con acqua calda e alcool una volta asciugato con carta assorbente.

Applicazione

La vernice si applica con una spugnetta picchiettando la zona interessata.

Attenzione a non protrarre troppo questa azione poiché mentre si asciuga potrebbe attaccarsi alla spugnetta staccandosi o creando delle palline di prodotto che rovinerebbero il lavoro; insomma si applica e si comporta esattamente come il lattice.

Il PAX deve essere ben incipriato per evitare che il trucco si attacchi. Se la cipria è visibilmente eccessiva, può essere scaricata tamponando leggermente con un asciugamano inumidito.

PAX deve essere rimosso solo con una procedura di pulizia accurata, che consiste nel lavare la zona con acqua calda e sapone, ma i protesici si tolgono con Bond-Off o un alcool al 99%.

Questo tipo di vernice è anche usato per dipingere le maschere di lattice e protesi.

 

Il Rapporto con l'Aerografo

Perché PAX è difficile da usare per creare dettagli con l’aerografo, e non si presta particolarmente bene ad effetti misti, anche se molti truccatori amano usare tecniche miste per raggiungere il miglior risultato.

Il pax per esempio non aderisce bene sui siliconi proprio per la sua natura antiaderente.

<p>Fotografia e make up, sono gli elementi cardine del percorso trasversale e dinamico che, sin da giovane, ha segnato l’animo di Antonio Ciaramella. Se le sue origini partenopee gli hanno conferito l’arte del parlare romantico, la sua determinazione l’ha portato ad inseguire costantemente la bellezza.</p>