Home / Make-up Acqua e Sapone

Make-up Acqua e Sapone

Il Make-up Acqua e Sapone

Con questo termine il professionista comunica la scelta di fare un make up giorno ancora più leggero con meno intensificazioni.

Il trucco acqua e sapone viene utilizzato in ambito cinematografico, moda, pubblicitario e come sempre anche nel self make up. Generalmente si tratta di un maquillage talmente impercettibile, che dovrà sembrare non esserci, deve infatti dare solo freschezza ed omogeneità al viso.

Come Realizzarlo

La Base

Uno dei passaggi  fondamentali è la scelta della tonalità, che dovrà essere completamente affine a quella dell’incarnato.

Il fondotinta dovrà avere una texture quasi impalpabile e mai polverosa, ma idratata e fresca, quindi sono perfette da applicare, dopo la crema idratante, creme colorate o fondotinta liposolubili.

Nelle zone con particolari discromie si può ricorrere a un correttore fluido.

Le gote saranno fresche e luminose, affinchè non si noti nessun tipo di contrasto con l’incarnato.

Gli occhi

Anche gli occhi dovranno essere molto naturali.

Basterà ombreggiare leggermente la piega palpebrale con un ombretto in crema.

Nel trucco cinematografico raramente si trova una linea di matita infracigliare, ma è consigliabile applicarla in fotografia.

Per intensificare la rima è preferibile usare una tonalità marrone, sottilissima e bene sfumata.

E' preferibile utilizzare il mascara marrone, evitando ispessimenti e antiestetici grumi.

Basterà solo pettinare sopracciglia al cinema e saturarle appena in fotografia con i colori correnti della persona.

Le Labbra

Sulle labbra, dopo averle ridisegnate e delineate, applicare un rossetto dello stesso tono naturale per il fotografico, a volte in ambito pubblicitario varia il linguaggio.

E’ fondamentale che l’effetto finale sia dei più naturali. La persona è stata truccata ma sembrerà non esserlo, questo è l’obbiettivo.

<p>Fotografia e make up, sono gli elementi cardine del percorso trasversale e dinamico che, sin da giovane, ha segnato l’animo di Antonio Ciaramella. Se le sue origini partenopee gli hanno conferito l’arte del parlare romantico, la sua determinazione l’ha portato ad inseguire costantemente la bellezza.</p>