Home / Archivio Trucco d'epoca  / Prodotti cosmetici nei primi anni del 900

Prodotti cosmetici nei primi anni del 900

Prodotti cosmetici nei primi anni del 900

Latte Antefelico o Latte Candès

Per la bellezza del viso a soli 5 franchi!

Questo preparato, la cui scoperta rimonta all’anno 1849, deve infatti le sue proprietà cosmetiche alla felice combinazione di elementi tolti alla materia medica, che si temperano mediante proporzioni rigorosamente fisse e la cui azione non sorpassa gli strati superficiali della cute.

Il latte antefelico si impiega in lozioni a dose benigna o a dose stimolante, secondo le alterazioni che si vogliono prevenire o correggere.

La dose benigna ed acqua da toilette.

Si agiti la boccetta fintanto che il liquido abbia preso un’apparenza lattiginosa: versarne quindi in un recipiente quanto ne può contenere un cucchiaino da caffè, aggiungervi 1° altrettanta e fino al doppio d’acqua contro il rossore o per i visi tubercolosi; 2° il doppio e fino al triplo contro le rughe precoci, l’abbrunimento, le efflorescenze, le screpolature e le alterazioni accidentali; 3° il triplo e fino al quadruplo come acqua da toilette per conservare la cute liscia, ferma e chiara.

 

La dose stimolante contro le efelidi e le lentiggini.

I due primi giorni aggiungere altrettanta acqua al poco latte antefelico versato nel recipiente. Continuare la stessa dose se gli effetti benefici cominciano a prodursi. Altrimenti, principiando dal terzo giorno, si adoperi allo stato puro, ungendosi una volta, due volte o al massimo tre volte in un giorno. Si abbia cura di ungersi con delicatezza, senza stropicciare.

 

L’epidermide assumerà gradatamente due stati diversi, ma senza nessuna gravità, fintanto che prenderà una tinta cenerognola o si disseccherà. Ottenuto questo risultato si continui in questa operazione, aggiungendo però tre quarti di acqua. L’epidermide dopo 10 o 15 giorni di cura diventerà fresca e bianca liberata dalle macchie e dall’imbrunimento.

POST TAGS:

<p>Fotografia e make up, sono gli elementi cardine del percorso trasversale e dinamico che, sin da giovane, ha segnato l’animo di Antonio Ciaramella. Se le sue origini partenopee gli hanno conferito l’arte del parlare romantico, la sua determinazione l’ha portato ad inseguire costantemente la bellezza.</p>

NO COMMENTS

Sorry, the comment form is closed at this time.