Home / Acconciature Vintage  / Tutorial per Acconciatura Vintage Originale – Tecnica Marcel

Tutorial per Acconciatura Vintage Originale – Tecnica Marcel

Una famosa tecnica di acconciatura vintage è quella di Marcel che ha proceduto su questa base : ha preso per il suo modello, il tipo più bello di ondulazione naturale, vale a dire, serpente ondulato simmetrico e armonico, mezzo vuoto e morbido in apparenza. (fig 1)

1

Fig 1

In realtà, un onda naturale è un ricciolo diviso. ciò può essere provato prendendo una sezione di capelli ricci e appiattendola si osserverà che i ricci ”appiattiti” sono onde e che ogni onda è formata da mezzo riccio uguale dimensione. Inoltre, i ricci separati sono simmetrici e spingono in direzioni opposte , vale a dire, un’onda tira a sinistra e l’altra tira destra, e così via. quindi i capelli naturalmente mossi con la forma “S”. Il principio di dividere l’arricciatura è la conseguente trasformazione in ondulazione permanente, si ottiene dividendo le arricciature prodotte dal calore in onde attraverso le dita.

Il principio sancito da Marcel è ora inserito nella moderna permanente. L’operatore è fortemente consigliato di praticare l’onda “S” come nelle figure (fig “S” Shape), rispettivamente, la forma corretta e scorretta dell’onda. Il contorno esatto sarà quello in cui nell’ansa dell’onda entrerà una moneta da sei pence.
I requisiti dei ferri Marcel sono riscontrabili in quattro misure. La A per la radice dei capelli, B e C per un uso generale, D per una qualità di capelli robusti. Gli originali ferri Marcel sono fatti dalla Maison Pelleray, e il nome “Pelleray” è stampato per garantire la qualità del ferro.( come in Fig 2).

2

Fig 2

s-shape

Fig “S” Shape

L’operatore è vivamente consigliato di procurarsi due paia dei ferri B e C, ed un paio dei ferri A e D, è il minimo di attrezzatura richiesta per ondulare in modo veloce. I ferri di qualità inferiore non sono ben bilanciati, anche la scanalatura non è buona ed è incline a danneggiare il capello. Per avere una perfetta ondulazione i capelli devono essere puliti e perfettamente asciutti. Si deve cominciare a fare l’onda sempre sul lato destro della testa come nella figura (3) prendere una sezione di capelli non troppo grande e procedere in modo che l’onda circondi la parte superiore dell’orecchio.

3

Fig 3

Le radici, non devono essere ondulate fino a quando il primo strato superiore non è stato completato. Marcel insiste, su ciascuno strato deve essere completamente separato, in modo che tutta la capigliatura sia accuratamente ondulata. Nella figura 3 è mostrata la corretta posizione che la mano ha impugnando il ferro B, con la scanalatura che rimane sempre sotto.
La prima onda in forma dirigendo i capelli dal basso dei ferri verso l’alto, tenendo i capelli con la mano sinistra vicino al ferro. La seconda onda è ottenuta facendo scorrere il ferro lungo la sezione dei capelli per un breve tratto, e dirigere i capelli dalla parte superiore dei ferri verso il basso, vale a dire, l’inverso della prima onda, la mano sinistra sempre seguendo la ferro (fig 4).

4

Fig. 4

Continua questi movimenti onda dopo onda alternando il primo verso dall’alto al secondo verso il basso fino alla fine della sezione dei capelli. Terminata la prima ciocca procedere con la seconda prelevando la sezione immediatamente sotto la prima , usare come guida la prima sezione per indirizzare le onde.( fig 5) appena terminato il lato sinistro l’operatore dovrà procedere con le ciocche frontali, partendo dalla fronte e andando verso i retro come nella figura 6. Una volta ondulate le ciocche è necessario riprendere le onde all’attaccatura vicino la fronte, utilizzare un ferro di tipo A vicino alle radici come nella figura 7.

5

6

7

Fig .5 .6 .7

Questa operazione elimina del tutto la tendenza della ciocca a rimanere con una forma rettilinea. Marcel ha insistito sul rispetto delle tre regole fondamentali:

1. Utilizzare sempre i ferri con la scanalatura sottostante.
2. Circondare la parte superiore delle orecchie con le onde.
3. Aggiungere sempre una piccola porzione di ciocche a quelle già ondulate, in modo che le onde sono gradevolmente distribuite nella sequenza e correttamente fissate.

Fotografia e make up, sono gli elementi cardine del percorso trasversale e dinamico che, sin da giovane, ha segnato l’animo di Antonio Ciaramella. Se le sue origini partenopee gli hanno conferito l’arte del parlare romantico, la sua determinazione l’ha portato ad inseguire costantemente la bellezza.

NO COMMENTS

Sorry, the comment form is closed at this time.