Home / Dive  / Brigitte Bardot

Brigitte Bardot

Brigitte Bardot è un’attrice, modella, cantante, ballerina e attivista francese, considerata l’icona sexy durante gli Anni’50 e gli Anni’60.

Con la sua spensieratezza e il suo modo di fare sbarazzino in questi anni rappresenta la PinUp per eccellenza.

Le Origini

Brigitte Bardot, ragazza dai capelli castani, nata a Parigi il 28 settembre del 1934, crebbe in una casa di osservatori cattolici della classe media.

Dal momento che frequentava una scuola privata e andava a scuola solo tre giorni a settimana, poté studiare danza con Madame Bourget.

Nel 1947, Brigitte fu così accettata al Conservatorio di Parigi, dove seguì i corsi di danza del coreografo russo Boris Knyazev.

La Scoperta

Su invito di un conoscente di sua madre, partecipò a una sfilata di moda nel 1949.

Nello stesso anno, posò per la rivista di moda Jardin des Modes, gestita dalla giornalista Hélène Lazareff.

All’età di 15 anni, apparse sulla copertina di Elle nel marzo 1950.

La Sua carriera da attrice inizia però quando fu notata da un giovane regista, Roger Vadim, mentre faceva da babysitter; questo mostrò la rivista al regista e sceneggiatore Marc Allégret, che offrì alla Bardot l’opportunità di fare un’audizione per Les lauriers sont coupés.

Anche se Brigitte ottenne il ruolo, il film venne annullato, ma le diede la carica per diventare un’attrice.

Il Cinema

Così grazie alla sua bellezza e sensualità cominciò nel 1952 a fare cinema, proprio in questo anno la Bardot debuttò nella commedia molto popolare con Bourvil, Le Trou Normand.

Interpretò subito dopo il ruolo principale in Manina, la ragazza in bikini ed ebbe un piccolo ruolo in The Long Teeth, per ottenere poi un ruolo da protagonista nella commedia, His Father’s Portrait.

Brigitte Bardot cominciò a ricevere davvero l’attenzione dei media al Festival di Cannes nell’aprile del 1953.

Dopo vari film italiani e francesi, la Bardot ha interpretò il suo primo ruolo di lingua inglese in Doctor at Sea nel 1955.

Il Successo

Per il film italiano del 1956 Mio figlio Nerone il regista voleva che Brigitte avesse i capelli biondi; piuttosto che indossare una parrucca per nascondere i suoi capelli castani, decise di tingere i capelli.

Fu così soddisfatta dei risultati che decise di mantenere il colore dei capelli.

Con il nuovo look, Brigitte Bardot apparse nei quattro film che la resero una star.

Il primo è stato un musical, Naughty Girl nel 1956, in cui Bardot interpretò una ragazza in difficoltà.

Successivamente apparì nella commedia, Plucking the Daisy, grande successo in Francia; così come la commedia La sposa è troppo bella con Louis Jourdan.

Infine ci fu il melodramma And God Created Woman, debutto di Vadim come regista, con Bardot al fianco di Jean-Louis Trintignant e Curt Jurgens. Il film ebbe un enorme successo, in tutto il mondo, tanto che trasformò brigitte in una star internazionale.

Nel 1958 fu inventato per lei il soprannome Gattino del Sesso.

È una delle poche attrici europee a catturare l’attenzione dei mass media negli Stati Uniti.

Lei e Marilyn Monroe diventano icone della sessualità femminile degli anni cinquanta e degli anni sessanta e ogni usa apparizione pubblica negli Stati Uniti viene seguita dai mass media.

Nei primi anni ’60 Brigitte Bardot si ritira nel Sud della Francia dove arriva a tentare il suicidio.

Il Ritiro

Appena prima del suo quarantesimo compleanno, nel 1974, l’attrice annunciò il suo ritiro dalle scene. Con più di cinquanta pellicole alle spalle, dopo e aver pubblicato diversi dischi.

Nel 1962 divenne un’attivista per i diritti degli animali, attività che l’ha assorbita completamente a partire dal suo abbandono del cinema.

Nel 1986 crea la Fondazione Brigitte Bardot per il Benessere e la Protezione degli Animali,  finanziandola con 3 milioni di franchi, raccolti vendendo all’asta numerosi oggetti personali.

Per tutti gli anni seguenti sarà a livello mondiale una delle più influenti attiviste dei diritti degli animali, nonché tenace oppositrice al consumo della carne di cavallo.

Lo Stile

Il suo look è tipico degli anni 6o, è abbastanza simile a quello di Sofia Loren e Audrey Hepburn.

Indossa spesso una non sempre perfetta linea di eyeliner marcato, e un ombretto dalla tinta neutra, ma ha alcune caratteristiche che lo differenziano.

Fotografia e make up, sono gli elementi cardine del percorso trasversale e dinamico che, sin da giovane, ha segnato l’animo di Antonio Ciaramella. Se le sue origini partenopee gli hanno conferito l’arte del parlare romantico, la sua determinazione l’ha portato ad inseguire costantemente la bellezza.

NO COMMENTS

POST A COMMENT