Home / Dive  / Marilyn Monroe: La Storia Del Mito

Marilyn Monroe: La Storia Del Mito

Marilyn Monroe era un’attrice, modella e cantante americana.

Le Origini

Marilyn Monroe nacque il 1 giugno 1926 alle 9,30 presso il General Hospital di Los Angeles come Norma Jeane Baker Mortenson.

La madre era una donna affetta da gravi disturbi mentali, che la costrinsero a frequenti ricoveri in un ospedale psichiatrico.

La piccola Norma trascorse così un’infanzia piuttosto travagliata.

Poichè la madre non era in grado di prendersi cura della bambina, Norma subì continui affidamenti a famiglie sconosciute e vari orfanotrofi.

Questa situazione, portò Marilyn, in cerca di appoggio e certezza, a sposarsi a soli sedici anni con il ventunenne James Dougherty, però il matrimonio fallì velocemente.

La Scoperta

Casualmente, mentre Marilyn lavorava presso un’industria aeronautica, il fotografo David Conover, impegnato a documentare il lavoro femminile nel periodo bellico, la notò e la convinse a intraprendere la carriera di modella, iscrivendosi ad una scuola specializzata.

Così, in completa solitudine, poichè il marito stava svolgendo servizio militare, Marilyn accettò il lavoro che le cambiò la vita.

Sotto la guida di un altro fotografo, Andrè de Denes, conquistò le copertine delle riviste, finché venne notata dalla Fox e le si aprirono le porte di Hollywood.

A vent’anni, nel 1946, divorzia, si schiarisce i capelli e si cambia il nome in Marilyn Monroe: è l’inizio della metamorfosi radicale che creerà il sex-symbol del 20° secolo.

Hollywood

La sua carriera di attrice iniziò con parti da comparsa, poi velocemente conquistò piccoli, ma significativi, ruoli che la lanciano nel firmamento del cinema.

Nel 1950 recitò in Giungla d’asfalto e in Eva contro Eva, nel 1952 con Cary Grant in Monkeys Business e altri ancora.

Marilyn ottenne il successo mondiale nel 1953 con Niagara, al fianco di Joseph Cotten.

Nel 1953 girò Come sposare un milionario e Gli uomini preferiscono le bionde, con i quali si confermò una delle star più amate dal pubblico.

Seguirono clamorosi successi come La magnifica preda del 1954 e Quando la moglie è in vacanza.

Nel 1954 Marilyn sposò il giocatore di baseball, Joe DiMaggio, da cui divorziò nel giro di un anno; il fallimento anche di questa relazione la ferì profondamente.

New York

Marilyn si trasferì così a New York per studiare all’Actor’s Studio; qui sembrò riprendersi momentaneamente dimenticare i suoi travagli interiori.

A New York conobbe il famoso commediografo Arthur Miller,  intellettuale affascinante che poteva vantare la rappresentazione delle sue commedie in tutto il mondo.

Marilyn, con l’illusione di aver trovato l’uomo della sua vita,  si risposò nel 1956.

La relazione con Miller, ad ogni modo, cominciò velocemente a traballare.

Il Declino

La nuova fiamma fu Yves Montand, con cui nel 1960 girò Facciamo l’amore; il flirt fu breve, intenso e soprattutto materia infuocata di gossip e pettegolezzi.

Nel 1962 Marilyn riceve il Golden Globe come migliore attrice: è la conferma mondiale delle sue capacità, un misto di carisma e di appeal.

In questo periodo, fra l’altro, inziò la relazione segreta con il presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy e con il fratello Robert.

Nel 1962 uscì il suo ultimo film, Gli spostati, scritto per lei dal marito Miller e nello stesso anno divorziarono.

A causa dei continui ritardi, delle crisi isteriche, delle sbornie e dell’inaffidabilità fu licenziata dal set del film Something got to give e, un mese più tardi, nella notte fra il 4 e il 5 agosto 1962, venne trovata morta nella sua casa, apparentemente suicida, per overdose.

 

Fotografia e make up, sono gli elementi cardine del percorso trasversale e dinamico che, sin da giovane, ha segnato l’animo di Antonio Ciaramella. Se le sue origini partenopee gli hanno conferito l’arte del parlare romantico, la sua determinazione l’ha portato ad inseguire costantemente la bellezza.

NO COMMENTS

POST A COMMENT