Progettazione di un personaggio

La progettazione accurata di un personaggio è il punto di partenza fondamentale per il successo

La progettazione accurata di un personaggio è il punto di partenza fondamentale per il successo di qualsiasi lavoro o idea. Anche il mestiere del truccatore non può prescindere da questa importante fase preliminare, garanzia di un risultato sicuro.

Progettazione di un personaggio: gli strumenti

Per cominciare a realizzare il proprio progetto, così come in ogni campo, il make up artist deve procedere con un’indagine approfondita dell’argomento e con il procurarsi una serie di strumenti:

Una mood board è l’elemento iniziale di una progettualità e serve a focalizzare tutti i passaggi di quest’ultima. Consiste nel creare un collage di foto, immagini, ritagli di giornale e persino pezzi di tessuto che vadano a comporre una bacheca in cui l’artista racchiude tutte le sue fonti di ispirazione.

Una face chart o una foto della persona su cui eseguirà il make-up.

Nel caso si operi sulla foto, questa dovrà essere in bianco e nero e sarà necessario eliminare, attraverso l’ausilio di qualche programma o app, le sopracciglia del soggetto. Questo passaggio è utile soprattutto nel momento in cui si voglia costruire un personaggio teatrale, dove il disegno di un nuovo arco sopraccigliare è il codice visivo basilare per la caratterizzazione di quest’ultimo. Solitamente la scelta della foto è finalizzata ad un personaggio teatrale o cinematografico, o comunque laddove si intenda stravolgere a fini creativi, la fisionomia dell’individuo. La face chart (documento che presenta il volto stilizzato di una donna) è invece indicata per prepararsi ad eseguire un trucco beauty; su di essa è anche possibile trascrivere i nomi dei cosmetici utilizzati.

L’espediente del foglio lucido

Un foglio di carta lucida: verrà posizionato sopra la foto o sopra la face chart e consentirà al truccatore di disegnare i tratti del nuovo personaggio direttamente su quelli del soggetto. Questa tecnica permette inoltre di sperimentare diverse alternative anche sulla stessa porzione di viso (come ad esempio provare diverse forme di sopracciglia) semplicemente facendo scorrere il lucido su e giù per il foglio.

Nelle immagini che seguono troviamo un esempio di come progettare un invecchiamento pittorico step by step, utilizzando l’espediente del foglio lucido:

A. De Martis

 

Disegni: Maria Casalnuovo

Edito da “Makeup teatrale: il Codice” di Antonio Ciaramella

Fotografia e make up, sono gli elementi cardine del percorso trasversale e dinamico che, sin da giovane, ha segnato l’animo di Antonio Ciaramella. Se le sue origini partenopee gli hanno conferito l’arte del parlare romantico, la sua determinazione l’ha portato ad inseguire costantemente la bellezza.

NO COMMENTS

POST A COMMENT

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.