Home / Trucco cinematografico  / Film: Un​ ​Lupo​ ​Mannaro​ ​Americano​ ​a​ ​Londra

Film: Un​ ​Lupo​ ​Mannaro​ ​Americano​ ​a​ ​Londra

Un​ ​Lupo​ ​Mannaro​ ​Americano​ ​a​ ​Londra è un film horror del 1981 diretto da John Landis, i cui effetti speciali sono stati curati dal make-up artist, premio oscar, Rick Baker.

La Trama

Il​ ​film​ Un​ ​Lupo​ ​Mannaro​ ​Americano​ ​a​ ​Londra ​racconta​ ​la​ ​storia​ ​di​ ​due​ ​giovani​ ​studenti​ ​americani,​ ​che​ ​decidono​ ​di intraprendere​ ​avventurosamente un​ ​viaggio​ ​​in​ ​Inghilterra.​ ​Durante​ ​l’avventura,​ ​alcuni​ ​abitanti​ ​locali​ ​consigliano​ ​ai​ ​due​ ​ragazzi​ ​di​ ​costeggiare​ ​la​ ​strada​ ​e​ ​non​ ​inoltrarsi nella​ ​brughiera​ ​nella​ ​notte​ ​di​ ​luna​ ​piena; ​ma​ purtroppo ​vengono improvvisamente​ ​colpiti​ ​da​ ​un​ ​temporale​ ​e perciò non​ ​riescono​ ​più​ ​a​ ​seguire​ ​la​ ​strada,​ ​finendo​ ​così​ ​per​ ​perdersi​ ​nei​ ​boschi.​ ​

Qui​ ​vengono​ ​attaccati​ ​da un​ ​lupo​ ​che​ ​uccide​ ​Jack​ ​e​ ​ferisce​ ​gravemente​ ​David​ ​che​ ​viene​ ​soccorso​ ​dagli​ ​abitanti​ ​e​ ​portato​ ​in​ ​ospedale.​ ​Durante​ ​il​ ​ricovero,​ ​David​ ​vedrà il​ ​suo​ ​amico​ ​deceduto​ ​che​ ​gli racconterà di essere stato ucciso​ ​da un​ ​lupo​ ​mannaro. Nella successiva​ ​notte​ ​di​ ​luna​ ​piena​ ​anche​ ​David​ ​stesso​ ​si​ ​trasformerà in un lupo mannaro.

L’Oscar al Miglior Make-up

Era​ ​il​ ​1982​ ​quando​ ​l’Accademy​ ​Award​ ​decise​ ​di​ ​assegnare​ ​per​ ​la​ ​prima​ ​volta​ ​un​ ​premio​ ​al​ ​miglior Makeup.​ ​A​ ​portarsi​ ​a​ ​casa​ ​l’ambita​ ​statuetta​ ​fu​ Rick​ ​Backer,​ ​riconoscimento​ ​meritatissimo​ ​​per​ ​il trucco​ ​da​ ​lui​ ​curato​ ​nel​ ​film​ ​Un​ ​Lupo​ ​Mannaro​ ​Americano​ ​a​ ​Londra,​ ​diretto​ ​da​ ​John​ ​Landis.

Grazie​ ​a​ ​questo​ ​film​ ​ma​ ​soprattutto​ ​grazie​ ​​​all’​​estro​ ​e​ ​al​ ​genio​ ​di​ ​Rick​ ​Baker​​​ ​è​ ​stata infatti​ ​valorizzata​ ​la categoria​ ​del​ ​make-up.​ ​

Baker​ ​vinse​ ​7​ ​premi​ ​Oscar​ ​al​ ​miglior​ ​trucco; per​ ​una​ ​curiosa​ ​coincidenza​ ​il primo​ ​proprio per​ ​Un​ ​lupo​ ​mannaro​ americano ​a​ ​Londra​ ​e​ ​l’ultimo​ ​nel​ ​2011​ ​per​ ​Wolfman​ ​remake​ ​del​ ​classico L’uomo lupo.

Il​ ​Make-up

Il​ ​trucco​ ​doveva​ ​essere​ ​estremamente​ ​realistico.​ ​

Pertanto, il​ ​registra,​ ​​voleva​ ​che​ ​durante​ ​la trasformazione​ ​in​ ​lupo​ ​mannaro,​ ​il​ ​pubblico​ percepisse​ ​il​ ​dolore​ ​che​ ​l’attore provava.​ ​

Non​ ​vennero​ ​usate​ ​luci​ ​soffuse​ ​che​ ​avrebbero​ ​aiutato​ ​il truccatore​ ​ma,​ ​al​ ​contrario,​ ​vennero​ ​utilizzate​ ​luci​ ​forti​ ​e​ ​fluorescenti.​

​La​ ​scena​ ​particolare​ ​della trasformazione​ ​venne​ ​girata​ ​in​ ​sei​ ​giorni​ ​con​ ​dieci​ ​ore​ ​spese​ ​per​ ​applicare​ ​il​ ​trucco,​ ​cinque​ ​ore​ ​totali di​ ​girato,​ ​e​ ​altre​ ​tre​ ​per​ ​la​ ​rimozione​ ​del​ ​makeup.​ ​

Il Corpo

Uno​ ​di​ ​questi​ ​giorni​ ​fu​ ​dedicato​ ​esclusivamente al fissaggio​ ​dell’attore​ ​al​ ​pannello​ ​che​ ​doveva​ ​servire​ ​da pavimento,​ affinchè ​di​ ​lui​ ​si​ ​vedessero​ ​soltanto​ ​le​ ​braccia​ ​e​ ​la​ ​parte​ ​superiore del​ ​busto.​ ​

Il​ ​resto​ ​del​ ​corpo​ ​in​ ​via​ ​di​ ​trasformazione​ ​fu​ ​quindi ricreato​ ​con​ ​protesi​ ​meccaniche.​ ​Per​ ​la​ ​realizzazione​ ​del​ ​makeup​ ​di​ ​David​ ​durante​ ​la​ ​trasformazione​ ​in​ ​lupo​ ​mannaro​ ​sono​ ​stati utilizzati​ ​una​ ​combinazione​ ​di​ ​diversi​ ​effetti​ ​e​ ​congegni​ ​in​ ​modo​ ​da​ ​mettere​ ​in​ ​evidenza​ ​i​ ​dettagli più​ ​cruenti.​ ​

Per​ ​ricreare​ ​in​ ​modo​ ​realistico​ ​la​ ​scena,​ ​Baker​ ​ha​ ​creato​ ​diverse​ ​protesi​ ​meccaniche dotate​ ​di​ ​una​ ​serie​ ​di​ ​sacche​ ​gonfiate​ ​da​ ​un​ ​complesso​ ​intrigo​ ​di​ ​tubi.​​Controllando​ ​a​ ​distanza​ ​la protesi​ ​si​ ​riusciva​ ​a​ ​riprodurre​ ​così l’effetto​ ​dell’allungamento​ ​di​ ​mani,​ ​piedi​ ​e​ ​spina​ ​dorsale.​ ​A​ ​questo​ ​Baker​ ​ha​ ​poi​ ​aggiunto​ ​il​ ​controllo,​ ​sempre​ ​a​ ​distanza,​ ​dei​ ​movimenti delle​ ​dita.Durante​ ​la​ ​trasformazione,​ ​per​ ​evidenziare​ ​l’eccesso​ ​di​ ​peluria​,​ ​vengono​ ​dunque applicati​ ​dei​ ​peli​ ​attaccati​ ​uno​ ​ad​ ​uno​ ​al​ ​corpo​ ​del​ ​ragazzo​.

​Per fare ciò viene usata​ ​una​ ​colla​ ​adesiva che crea una pellicola sottile e trasparente; questa colla normalmente è usata per mantenere saldi barba, capelli e apparecchi prostetici.

La Testa

Per​ ​il​ ​viso​ ​di​ ​David,​ ​si​ ​è​ ​reso​ ​necessario​ ​ricreare​ ​una​ ​vera​ ​e​ ​propria ​nuova ​testa​​.​ ​Per​ ​la realizzazione​ ​della​ ​scena​ ​in​ ​cui​ ​il​ ​viso​ ​del​ ​ragazzo​ cambia​ ​sembianze,​ ​Baker​ ​ha​ ​creato​ ​due​ ​protesi​ ​facciali:​ ​

  • una​ ​asimmetrica,​ utilizzata​ ​durante​ ​la​ ​prima​ ​trasformazione di​ ​David,​ ​in​ ​cui​ ​viso​ ​in​ ​parte​ ​è​​ ​umano​ ​e​ ​mostra​ ​il​ ​dolore​ ​che​ prova;​ ​​ ​
  • un’altra perquando​ ​il​ ​protagonista​ ​è​ ​completamente​ ​trasformato​ ​e​ ​il​ ​suo​ ​viso,​ hanno​ ​preso​ ​le​ ​sembianze​ ​di​ ​un​ ​lupo.

Le Scene Più Complesse

Non​ ​sono state​ ​le​ ​fasi​ ​del​ ​makeup​ ​da​ ​uomo​ ​a​ ​lupo​ ​quelle​ ​più​ ​impegnative per​ ​l’​attore.​ ​

Naughton inoltre afferma​ ​che​ ​la​ ​sequenza​ ​più​ ​dolorosa​ ​è​ ​stata​ ​quella​ ​del​ ​sogn,​ ​poiché​ ​aveva delle​ ​speciali​ ​lenti​ ​di​ ​vetro​ affinchè ​gli​ ​occhi​ ​diventassero​ ​gialli.

Il Make-up di Jack

David non è stato l’unico attore all’interno del film a cambiare sembianze. Anche il suo amico Jack, durante la scena del ritrovamento viene inquadrato con profonde ferite sul volto giovane.

Il trucco che segue il personaggio di Jack è un continuo mutamento di forme e colori.

Lo Stato Delle Ferite

Ovviamente il processo delle ferite varia con il tempo:

  1. nella prima apparizione in cui, dopo la sua morte, le ferite sono ancora fresche e il sangue sembra essere ancora vivo;
  2. nelle scene successive invece il ragazzo sembra decomporsi di volta in volta;
  3. nella scena finale in cui è completamente putrefatto.

 

Fotografia e make up, sono gli elementi cardine del percorso trasversale e dinamico che, sin da giovane, ha segnato l’animo di Antonio Ciaramella. Se le sue origini partenopee gli hanno conferito l’arte del parlare romantico, la sua determinazione l’ha portato ad inseguire costantemente la bellezza.

NO COMMENTS

POST A COMMENT